Giornata della Memoria 2011- Il programma completo  
Il 27 gennaio (data dell´abbattimento dei cancelli di Auschwitz) si celebra la "Giornata della Memoria", istituita dalla Repubblica Italiana allo scopo di riflettere sulla Shoah (lo sterminio del popolo ebraico), sulle atrocità determinate dalle leggi razziali e dalle persecuzioni nei confronti dei cittadini ebrei e, insieme, di ricordare tutti coloro che hanno subito la deportazione e hanno sacrificato la loro vita per opporsi al folle progetto nazista.
La Città di Magenta celebra ormai da anni questa ricorrenza proponendo numerose iniziative realizzate dall´Amministrazione Comunale e dagli enti, associazioni, scuole che, insieme ad essa, costituiscono il Comitato che si prefigge lo scopo di offrire soprattutto ai nostri giovani momenti di riflessione affinché la Giornata della Memoria sia vissuta in modo profondo e sentito.
La memoria è un dovere nei confronti dei milioni di vittime della Shoah e di tutte le guerre, ma anche verso noi stessi e verso le generazioni future.
Attraverso le numerose iniziative proposte intendiamo riaffermare i valori alla base dell´Europa di oggi, la dignità, la libertà, l´eguaglianza, la solidarietà, la cittadinanza, la giustizia, valori che dobbiamo insegnare e tramandare ai giovani, i cittadini di domani, insegnando loro che dagli errori e dagli orrori del passato molto si può imparare se non dimentichiamo che al centro di ogni nostra azione ci deve essere il rispetto dell´altro.  
Anche quest´anno nutrito è il programma di eventi ideati per celebrare questa ricorrenza. Da segnalare, in modo particolare, l´inaugurazione di un monumento in Via Diaz, nell´area dove sorgeva la ‘casa segreta´, a memoria dei magentini che protessero la famiglia Molho, inaugurazione preceduta da un corteo silenzioso con fiaccole. Il Teatro Lirico ospiterà il ‘Concerto della Memoria´ con musiche considerate "degenerate" dal regime nazista e proposte dall´Ensemble dell´Orchestra Giovanile Totem, diretta dal maestro Andrea Raffanini. Prosegue anche quest´anno, promosso dalla locale sezione Anpi e sostenuto da diverse realtà associative, culturali e politiche, il progetto ‘Il filo della memoria´ che ha come filo conduttore il tema del pregiudizio che troppo spesso la Storia ci ha insegnato (e ancora, purtroppo, insegna) essere stato usato dalle ideologie, insieme all´indifferenza, all´integralismo, all´estremismo, all´intolleranza ed al desiderio di prevaricazione, per negare la dignità all´essere umano.


 

E´ possibile scaricare la versione pdf del dépliant con il programma dettagliato.


ALLEGATI

    
 
 
  • IMU HOME
  • IMU TRIBUTI