Popillia japonica:nuove tecniche per controllare questo insetto dannoso  

Magenta, 6 luglio 2018 - 

Popillia japonica è un insetto originario del Giappone inserito tra le specie da quarantena. L’insetto è stato rinvenuto per la prima volta nell'estate 2014 nel Parco del Ticino su entrambe le sponde, lombarda e piemontese.

Si tratta in maggioranza di prati stabili, giardini, campi da calcio, ma anche coltivazioni di mais e soia. Come negli anni precedenti, da quando cioè nel 2014 il coleottero di origine giapponese è stato ritrovato in un'area del parco del Ticino al confine tra Lombardia e Piemonte, il Servizio fitosanitario di Regione Lombardia si è attivato per monitorare le popolazioni dell'insetto e controllarne la diffusione. Infatti, a partire da fine maggio, i tecnici di ERSAF hanno collocato nell'area focolaio le caratteristiche trappole, barattoli gialli e verdi con speciali ali che attraggono e catturano un gran numero di adulti del coleottero, sia maschi che femmine.

CLICCA QUI PER GLI APPROFONDIMENTI E SU COME FARE PER CONTRASTARLA


    
 
 
  • ServiziOnline
  • Variante Generale PGT
  • IUC 2017 HP
  • Pagamento Multe On Line
  • Piano Generale del Traffico Urbano PGTU
  • Calcolo IUC 2018
  • Tempo libero e turismo
  • GDPR 2016/679 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
  • Dove Siamo
  • Forum Giovani
  • Terre Slow a un passo da Milano
  • Facebook
  • DAT
  • Twitter
  • Albopretorio
  • Amministrazione Trasparente
  • Anticorruzione
  • Modulistica
  • PDZ
  • Comunichiamo
  • Consiglio Comunale Online
  • Gemellaggio
  • SUAP
  • ECivisHome
  • Newsletter
  • CUG